17 marzo 2016 | 15:35

Fedoweb cambia logo e sito. Il presidente Vergori: rappresentiamo 17 gruppi editoriali che hanno un peso pari all’80% del mercato editoriale online

Un nuovo brand per Fedoweb, la più grande associazione di editori ed operatori online in Italia, che rinnova la propria immagine presentando il nuovo logo, rappresentato da un ponte blu su sfondo bianco, ed un nuovo sito web (www.fedoweb.it), rivolto a soci, giornalisti e istituzioni interessati a temi quali privacy, digital tax, pubblicità online, concorrenza con i colossi del web e mercato unico digitale europeo.

 

Fedoweb – come riporta una nota dell’associazione – i cui associati variano dagli editori tradizionali di carta stampata proiettati verso il digitale ai broadcaster televisivi e ai nativi digitali, rappresenta oggi 17 gruppi editoriali che hanno un peso pari all’80% del mercato editoriale online, per un totale di oltre 30 mila dipendenti. Tramite il servizio Audiweb, società fondata dall’associazione stessa che ancora oggi ne detiene la maggioranza, Fedoweb è stata in grado di rispondere alle crescenti esigenze del mercato online, consentendo di pianificare con efficacia la pubblicità online, grazie alla rilevazione e distribuzione di dati di audience di internet in Italia.

“Fedoweb intende dare un nuovo impulso al proprio impegno nell’affrontare le sfide dell’evoluzione del digitale e nel guidarne i cambiamenti. Il nuovo logo e il nuovo sito web rappresentano, anche visivamente, questo cambio di passo. Il ponte simboleggia il collegamento, un concetto chiave nel mondo sempre più connesso in cui ci muoviamo, ma anche la solidità e la capacità di costruire. In questo senso, Fedoweb si posiziona come attore centrale che lavora per mettere in contatto il settore del digitale con le istituzioni, divulgando le proprie attività e contribuendo al dibattito pubblico. Il sito web mira ad essere sia un luogo di incontro per gli associati che una fonte di informazione per istituzioni e media riguardo i temi su cui si concentra l’associazione, quali privacy, digital tax, pubblicità online, concorrenza con i colossi del web e mercato unico digitale europeo”, dichiara Giancarlo Vergori, Presidente di Fedoweb.

Giancarlo Vergori

Giancarlo Vergori