Mediatrade: Fedele Confalonieri e Pier Silvio Berlusconi estranei a qualsiasi forma di frode fiscale

Mediaset esprime incredulità per il ribaltamento della sentenza di primo grado del  processo Mediatrade in relazione all’anno fiscale 2007. L’assoluzione anche per tale annualità emessa dal Tribunale di Milano era giunta infatti al termine di un lungo e approdfondito dibattimento durato più di tre anni.E’ quanti scrive una nota del gruppo di Cologno Monzese. Mediaset ribadisce che i diritti cinematografici oggetto della decisione odierna della Corte d’Appello sono stati contabilizzati dalle competenti funzioni aziendalinella più rigorosa osservanza dei criteri di trasparenza e delle norme tributarie. Pertali ragioni,Mediaset ha fiducia che davanti alla Corte di Cassazione verrà ristabilitala totaleestraneità di Fedele Confalonieri e Pier Silvio Berlusconi a qualsiasi forma di frode fiscale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’Ue apre un’indagine sull’acquisizione di Shazam da parte di Apple

Tribunale accoglie ricorso di Tim e Vivendi: no a revoca consiglieri

Giornalisti sempre più vecchi, età media da 47 a 58 anni. Casagit: “Frana occupazionale”