18 marzo 2016 | 10:21

Una road map per la banda 700 Mhz e un iter più rapido per le autorizzazioni al piano italiano per la banda ultralarga. I temi discussi dal sottosegretario alle comunicazioni Giacomelli e il commissario europeo per l’agenda digitale Oettinger

“E’ stato un incontro tutt’altro che formale e molto costruttivo. Ho molto apprezzato la disponibilità a considerare la posizione del governo italiano sulla liberazione della banda 700 Mhz dimostrata dal commissario Oettinger con il quale ci siamo impegnati a fissare una road map verificabile da qui al 2022 secondo i tempi indicati dal rapporto Lamy”.

Così in una nota, ripresa dall’agenzia Ansa, il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, ha commentato l’incontro con il commissario europeo per l’agenda digitale Günther Oettinger, svoltosi il 17 marzo scorso.

“Abbiamo anche chiesto alla Commissione europea un iter più rapido di autorizzazioni al Piano banda ultralarga considerati anche i consistenti investimenti pubblici messi in campo dal governo per colmare il gap che ci separa dal resto dell’Europa”, ha aggiunto, ribadendo poi: “credo che lo sforzo del commissario Oettinger per comporre le posizioni dei diversi paesi europei vada incoraggiato e sostenuto”.