Allarme Agcom per le recensioni a pagamento sui social: un fenomeno grave, in danno ai consumatori

Torna alla ribalta il caso delle recensioni fantasma, realizzate a pagamento sui social network e questa volta ad esprimere la sua preoccupazione è Angelo Marcello Cardani, presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che ha definito la pratica “Un fenomeno diffuso e assai grave, in danno dei consumatori”. 

La sua presa di posizione segue le segnalazioni da parte di diversi albergatori romagnoli che, come riportano diversi siti, il 7 marzo hanno ricevuto una lettera firmata da Tripadvisor Go che dichiarava di occuparsi di “ottimizzare il posizionamento di hotel e ristoranti nei siti di recensioni”. Da non confondersi con il quasi omonomo Tripadvisor.

Ma questo è solo l’ultimo di una serie di casi, già oggetto di segnalazioni da parte delle associazioni di categoria come l’Associazione Albergatori, da Federalberghi e dall’Unione Nazionale Consumatori, e al centro anche di una interrogazioni parlamentare da parte del deputato Pd riminese Arlotti, che commentando queste ultime vicende ha commentato:  “Ritengo che ora l’Agcom si debba attivare per affrontare l’intero fenomeno e garantire ai consumatori che le loro scelte non possano essere influenzate da recensioni derivanti da abusi e falsificazioni che non garantiscono la tracciabilità e l’affidabilità di chi esprime il giudizio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fraccaro: no a giornali, tv e radio regionali nelle mani di un unico editore. Al lavoro per vietare le concentrazioni

Bonomi, Assolombarda, scatenato. Al Governo: alimenta paure per ottenere consenso, no a reddito cittadinanza; sì a Tav, Tap e grandi opere

Esquire Italia debutta in edicola diretto da Giampietro Baudo e Timothy Small