22 marzo 2016 | 10:58

Flavio Cattaneo in corsa (con un ostacolo) per la guida di Telecom Italia

E’ Flavio Cattaneo è in pole position per guidare la tormentata Telecom Italia, dopo la formalizzazione delle dimissioni dell’amministratore delegato Marco Patuano.

Flavio Cattaneo (foto Olycom)

Flavio Cattaneo, ad Ntv (foto Olycom)

Vincent Bolloré, azionista di riferimento di Vivendi che di Telecom Italia possiede il 24,9 % ed è quindi colui che può permettersi di fare la voce grossa, sa che il nome del nuovo timoniere dovrà essere dichiarato dal cda del 12 aprile o, al massimo, il 25 maggio, giorno in cui è fissata l’assemblea di bilancio. A ostacolare la scelta è paradossalmente la ottima performance di Cattaneo in Ntv, l’operatore privato sula rete ferroviaria al alta velocità: nel giro di pochi mesi Cattaneo è infatti riuscito a portare la perdita di 10 milioni a livello di margine operativo lordo a un margine positivo di ben 50 milioni. Il contratto che lo lega alla società di Italo gli riconosce il 10% del margine operativo lordo per non parlare del premio in azioni che fra tre anni, sempre che i bilanci continuino a brillare, dovrebbe raggiungere il 5% del capitale di Ntv. Cattaneo è disposto a rinunciare a tanto o Bollorè a concedere altrettanto? Le prossime ore saranno quelle decisive per la società controllata da Luca di Montezemolo e Diego Della Valle, entrambi in ambasce alla notizia della possibile uscita di un a.d. che ha risollevato le sorti di Ntv.