Playboy valuta la vendita. Il suo marchio potrebbe valere 500 milioni di dollari

Playboy Enterprise mette in vendita le sue conigliette. La storica società di Hugh Hefner, cui fa capo il magazine salito alle cronache per i suoi nudi (che recentemente ha deciso di abbandonare) starebbe valutando diverse opzioni, compresa la vendita. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, Playboy oggi potrebbe valere fino a 500 milioni di dollari. 

Nel 2015 le sue attività media hanno generato 38 milioni di dollari, mentre altri 55 milioni – secondo alcune stime – sarebbero stati generati dalle licenze concesse sul marchio. E proprio su questa strada potrebbero muoversi anche i papabili acquirenti’.

Hugh Hefner (foto Olycom)

Playboy per più di mezzo secolo ha dettato il dibattito americano sul tema del sesso, ma negli ultimi anni ha incontrato difficoltà nel restare rilevante fra vendite in calo e un internet dove materiale solo per adulti è alla portata di tutti. Al suo apice nel 1975 Playboy aveva una circolazione di 5,6 milioni di copie, crollata poi a 800.000 copie.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Stefanelli alla direzione di ‘Sette’ che si riorganizza accorpando LiberiTutti. Severgnini punta sulla tv

Manuela Kron amplia le responsabilità in Nestlé Italia. Alla guida anche del marketing consumer communication 

Verdelli si presenta ai lettori: non sono un figlio di Repubblica, ma sono in sintonia con questa straordinaria avventura giornalistica e culturale