Mercato

25 marzo 2016 | 18:05

Al via ‘Ciak si gira’, master specialistico Iulm dedicato alla promozione del territorio attraverso i film

Al via da quest’anno il master specialistico: ‘Ciak si gira’: la promozione del territorio attraverso i film’. Proposto dall’Università Iulm, il corso ha lo scopo di formare figure  professionali in funzione della valorizzazione dei beni culturali e del territorio, i filmcommissioner, in grado di rendere occasionali set cinematografici e televisivi realmente utili allo sviluppo economico e culturale di una determinata area, e ricercate dalle diciassette Film Commission diffuse sul territorio italiano per fare da assistenza logistica, agevolare l’accesso allerisorse finanziarie locali. E non ultimo saper individuare delle location per set cinematografici utili a promuovere i luoghi anche da un punto di vista culturale e turistico oltre che artistico.

Le lezioni si svolgeranno in formula weekend, venerdì (una giornata intera) e sabato (una mezza giornata), da venerdì 1 Aprile alla prima settimana di Luglio 2016, per un durata complessiva di 190 ore ripartite in 110 ore di formazione d’aula tradizionale, 40 ore di study visit e una settimana di project work finale a Napoli dove ci sarà il primo Ciak di uno short film.

Alle lezioni partecipano registi documentaristi come Massimo D’Anolfi e Martina Parente, autori de ‘L’infinita fabbrica del Duomo’, in uscita a fine Marzo, il produttore regista Luca Lucini autore de ‘Teatro alla Scala. Il tempio delle meraviglie’ (2015), il critico cinematografico Pino Farinotti, l’attrice Matilde Gioli protagonista di ‘Un Posto sicuro’ girato a Casale Monferrato, l’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco che col regista G. Rosi presenterà ‘Fuocoammare’ girato a Lampedusa e premiato con l’Orso d’oro all’ultima Berlinale.

Al termine del master sarà assegnato un Premio di Merito, del valore di 3.000 euro complessivi, assegnato dalla Giuria presieduta da Gianni Canova e Salvatore Carrubba al miglior Cortometraggio sul tema ‘I luoghi tratti dalle pagine di Elena Ferrante’.