29 marzo 2016 | 11:23

Renzi annuncia su Facebook la celebrazione del primo ‘Internet day’ a 30 anni dall’avvento della Rete in Italia. Obiettivo colmare il digital divide in 4 anni

“Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet” era il 30 aprile 1986 e “il 30 aprile 2016 saranno 30 anni esatti e faremo un altro Internet Day. Tutti sono invitati a partecipare”. Lo annunciato il premier Matteo Renzi su Facebook, aggiungendo che le celebrazioni cominceranno “il giorno prima, venerdì 29 aprile, per coinvolgere tutte le scuole d’Italia. Quel giorno, infatti, assieme a Riccardo Luna e con il supporto degli ‘animatori digitali’ e la regia del Miur, si faranno attività per approfondire il senso delle rete, le opportunità che ha creato e le competenze necessarie a difendersi dai pericoli”.

Matteo Renzi (foto Olycom)

“Lo stesso accadrà in tutte le regioni”, ha spiegato il premier, “con manifestazioni dedicate ai cittadini, alle imprese ed ai servizi della pubblica amministrazione, per creare con il livello centrale una forte sinergia con l’ampia rete di associazioni, enti e privati diffusa sull’intero territorio regionale. Il resto tocca a noi. Al governo”, continua il premier.

“Insomma, facciamo un Internet Day il 29 aprile: per celebrare tutti assieme il senso della rivoluzione che è iniziata 30 anni fa e per prendere l’impegno di colmare il divario digitale nei prossimi quattro anni”, conclude.

“Enel è una grande azienda della quale essere orgogliosi. Una grande azienda globale, tra le poche multinazionali che hanno la testa e il cuore in Italia. Continueremo a farla crescere, anche attraverso i progetti innovativi della banda larga che presenteremo il prossimo 7 aprile”. Lo annuncia il premier Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook.