01 aprile 2016 | 13:53

Sempre più vicino l’accordo tra Mediaset e Vivendi per Premium: sul piatto la cessione del 50% della pay tv del Biscione

Le trattative fra Mediaset e Vivendi per l’ingresso dei francesi in Mediaset Premium sono alle battute conclusive e potrebbero essere finalizzate già la prossima settimana. A riferirlo è l’agenzia DowJones, secondo la quale sul tavolo ci sarebbe l’acquisto del 50% di Premium da parte della compagnia guidata da Vincent Bollorè. 

Dopo l’acquisto della quota da parte dei francesi l’azionariato di Mediaset Premium vedrebbe Vivendi al 50%, Mediaset al 38,89% e Telefonica all’11,11%. La discesa sotto la soglia del 50%, consentirebbe al Biscione di deconsolidare il debito relativo a Premium mentre la permanenza sopra la soglia del 30% permette il blocco in sede assembleare.

In ambienti finanziari, continua l’agenzia, si parla della possibilità di una chiusura positiva delle trattative in tempi brevissimi, anche se la gestazione del dossier Premium, ovverosia lo scouting di possibili partner da aggiungere agli spagnoli di Telefonica,è durata molto più a lungo di quanto non fossero le previsioni iniziali, e ha riservato molti colpi di scena.

Al momento le società non hanno rilasciato commenti, così come rimangono cucite le bocche sulla valutazione della quota. Nel luglio 2014 Telefonica entrò in Premium acquistando l’11,11% per 100 milioni, una valutazione che implicava un equity value complessivo di 900 milioni. Considerando che a valle dell’acquisto azionario ci saranno anche accordi per una partnership commerciale che crei una piattaforma di contenuti televisivi italo-franco-spagnola è lecito pensare che il prezzo d’acquisto non comporti svalutazioni sanguinose per i futuri partner spagnoli, tanto più che se l’acquisto sarà effettivamente del 50% di Mediaset Premium il prezzo della transazione inevitabilmente comprenderà un premio di maggioranza.