05 aprile 2016 | 14:15

Una folla stamane ai funerali di Cesare Maldini, campione del Milan degli anni Cinquanta e Sessanta, ed ex Ct della nazionale di calcio. Presenti moltissimi giocatori di oggi e di ieri, i principali rappresentanti dello sport e del calcio e Silvio Berlusconi

Oltre un migliaio di persone, giocatori, dirigenti , ex campioni del Milan e di altre squadre, i vertici dello sport e del calcio italiano, ma soprattutto tantissimi milanesi hanno partecipato questa mattina a Milano, alla basilica di Sant’Ambrogio ai funerali di Cesare Maldini, capitano della squadra rossonera negli anni Cinquanta e Sessanta (primo italiano a sollevare la Coppa dei Campioni) ed ex commissario tecnico della Nazionale.

E il feretro all’uscita dalla Chiesa è stato accompagnato da un lungo e scrosciante applauso con la folla si è raccolta attorno al figlio Paolo, che ha raccolto nella sua lunga carriera calcistica l’eredità del padre come capitano del Milan e degli azzurri.

Silvio Berlusconi durante i funerali di Cesare Maldini

A portare l’ultimo saluto a Cesare Maldini sono arrivati protagonisti del Milan di oggi e di ieri, a cominciare dal presidente Silvio Berlusconi, l’ad Adriano Galliani, gli allenatori Sinisa Mihajlovic e Arrigo Sacchi, Christian Abbiati e Riccardo Montolivo, oltre a Clarence Seedorf, Andriy Shevchenko, Filippo Inzaghi, Serginho, Baresi, Giovanni Trapattoni, Mauro Tassotti, Massimo Ambrosini, Cristian Brocchi, Daniele Massaro, Galli, Giovanni Lodetti. Nutrita la delegazione interista con il vice presidente Javier Zanetti, Suarez, Gianluca Pagliuca, Francesco Toldo.

A rappresentare l’intero sport italiano era presente il presidente del Coni Giovanni Malagò, mentre per il calcio italiano sono arrivati i presidenti della Fgci Carlo Tavecchio e della Lega Serie A Maurizio Beretta, il presidente del Torino Urbano Cairo, il dg della Juventus Giuseppe Marotta, l’allenatore del Parma Nevio Scala, i campioni mondiali Paolo Rossi e Paolo Cannavaro. Inoltre, non sono voluti mancare il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e Teo Teocoli, autore di una celebre imitazione di Cesare Maldini, e l’ex telecronista della Rai Bruno Pizzul.

Nella foto, da sinistra si riconoscono Maurizio Beretta, Adriano Galliani e Fedele Confalonieri

Molte le corone di fiori (tra cui quella dell’ad del Milan Barbara Berlusconi) sul sagrato della basilica dove centinaia di persone hanno potuto ascoltare dagli altoparlanti l’omelia dell’abate di Sant’Ambrogio, monsignore Erminio De Scalzi, e i ricordi di una delle figlie di Cesare Maldini Donatella, a nome dei sei fratelli, e di una dei nipoti che ha descritto il nonno come “una presenza costante e discreta nella vita di ognuno di noi, e sì che siamo tanti”. “Non potevi perderti una partita in tv”, ha aggiunto, “ ma alla fine cambiavi canale sui cartoni animati per noi”.