06 aprile 2016 | 16:27

Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria dovrà chiarire al Tar del Lazio cosa è accaduto ai fondi 2015. Accolto il ricorso de ‘La Discussione’ sui mancati finanziamenti al cartaceo

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria chiarisca al Tar del Lazio cosa è accaduto alla ripartizione tra i giornali dei fondi 2015. Come riporta l’Ansa, il Dipartimento dovrà relazionare il Tar del Lazio sugli importi e sulle modalità di divisione dei contributi per l’editoria del 2015 con riferimento ai giornali. Così hanno deciso i giudici amministrativi con un’ordinanza in merito a un ricorso proposto dalla società editrice del quotidiano politico-culturale ‘La Discussione’ per contestare il decreto con il quale è stato loro negato il rimborso dei costi 2015 riferiti all’edizione cartacea del quotidiano, col riconoscimento solo di quello riferito all’edizione online.

Luca Lotti (foto Olycom)

Il Tar, riporta l’Ansa, sostenendo nell’ordinanza che “il ricorso non appare manifestamente infondato e sembra altresì sussistere il pericolo di un danno grave ed irreparabile’, ha ritenuto necessario ai fini della sua decisione acquisire dal Dipartimento per l’Editoria “una articolata e puntuale relazione sui fatti di causa, che in particolare dia specificamente conto: del complessivo stanziamento del sopraindicato capitolo per l’anno di riferimento; dell’identità e dei recapiti di tutte le imprese ammesse alle provvidenze in parola per il medesimo anno; dell’importo dei contributi riconosciuti a ciascuna di esse al fine di verificare se residui capienza sul predetto capitolo; delle modalità di pubblicazione o comunque di comunicazione pubblica dei predetti dati osservate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con riferimento ai contributi in esame”.

Trenta giorni sono stati concessi per il deposito della relazione; il 20 maggio prossimo, la nuova udienza.