New media

13 aprile 2016 | 17:01

Un italiano su due gioca con i videogiochi. E la percentuale più alta di videogiocatori (24,3%) è tra chi ha 35-44 anni di età (INFOGRAFICHE)

Il mercato dei videogiochi in Italia ha chiuso il 2015 con un giro d’affari complessivo pari a quasi un miliardo di euro (952.172.036 euro) e un trend in crescita del 6,9% sul 2014. Lo rivelano i dati dell’associazione di categoria Aesvi e della società di ricerca Gfk sul mercato dei videogiochi in Italia nel 2015.

A giocare coi videogiochi è un italiano su due tra quelli di età superiore ai 14 anni (il 49,7% del totale) e giocano in egual misura (50% e 50%) sia le donne sia gli uomini. A giocare sono soprattutto persone in età compresa tra i 25 e i 54 anni. In particolare, tra le persone con età compresa tra i 25 e i 34 anni giocano il 18,1% del totale, tra i 35 e i 44 anni giocano il 24,3% e tra i 45 e i 54 anni giovano il 20,1%.  Le regioni dove si gioca di più ai videogame sono quelle del Nord Ovest (28,7%).

Ad andare per la maggiore sono i giochi d’azione e d’avventura (31,7%) seguiti dal calcio (22,8%). Più staccati gli ‘sparatutto’ (14%) e poi tutti gli altri.

Infine, si gioca per il 78% su console da casa e per il 22% su console portatili, per un totale di oltre 1 milione di unità vendute nel 2015.