14 aprile 2016 | 19:19

Perfezionata la vendita di Rcs Libri a Mondadori per 127,1 milioni di euro

Ricevute le necessarie autorizzazioni delle autorità regolatorie, Rcs ha perfezionato la cessione a Mondadori della divisione Libri, delle partecipazioni sottostanti (che includono il 94,71% di Marsilio Editori, destinato a sua volta a essere rivenduto su richiesta dell’Autorità Garante della Concorrenza, così come il ramo d’azienda della casa editrice Bompiani) e della titolarità esclusiva di tutti i marchi in ambito librario, tra cui Rizzoli. 

Il prezzo dell’operazione, spiegano i comunicati dei due gruppi editoriali coinvolti nell’operazione, ammonta a 127,1 milioni di euro, è stato regolato per cassa attraverso una linea di credito dedicata e recepisce alcuni aggiustamenti previsti nel contratto. A tale valore potrà aggiungersi un ulteriore aggiustamento di 5 mln (in più o in meno) legato a predeterminati obiettivi economici connessi ai risultati 2015 di Rcs Libri. E’ inoltre previsto un earn-out a favore di Rcs fino a 2,5 milioni al verificarsi di alcune condizioni legate ai risultati aggregati 2017 del segmento libri del gruppo Mondadori.

Nella foto, da sinistra: Ernesto Mauri e Marina Berlusconi (foto Olycom)

Al 31 marzo scorso, l’Area Libri evidenziava una disponibilità finanziaria netta pari a circa 29 milioni, ridotta in aprile per l’esborso di circa 9 milioni relativo all’acquisto del 43,71% di Marsilio, nonché per l’assorbimento operativo del circolante. Pertanto, al closing la posizione finanziaria netta dell’Area Libri è stimata positiva per 16 milioni.

Il perimetro rilevato da Mondadori verrà consolidato da quest’ultima con decorrenza 1° aprile 2016. Nel 2015, a livello pro-forma, ha registrato ricavi per 225 milioni di euro e un Ebitda ante oneri  non ricorrenti di 13,6 milioni di euro.

- Leggi o scarica il comunicato stampa di Mondadori, disponibile sul sito Mondadori.it

- Leggi o scarica il comunicato stampa di Rcs MediaGroup, disponibile sul sito Rcsmediagroup.it