15 aprile 2016 | 17:55

Nasce Rizzoli Libri. Gian Arturo Ferrari presidente e Paolo Mieli nel Cda, che dice: la mia nomina un riconoscimento per Rcs Libri e tutti quelli che ci hanno lavorato. Alla nuova società anche i prestigiosi bookstore di New York e Milano

Nasce Rizzoli Libri Spa con Gian Arturo Ferrari presidente e Paolo Mieli nel board. Mondadori comunica che è Rizzoli Libri Spa la nuova denominazione sociale di Rcs Libri Spa, appena entrata oggi nel perimetro del Gruppo presieduto da Marina Berlusconi e guidato da Ernesto Mauri, a seguito del closing finalizzato ieri.

Gian Arturo Ferrari e Paolo Mieli

I membri del nuovo Consiglio di amministrazione della società, attiva nel mercato italiano dei libri trade ed education, e negli illustrati anche a livello internazionale, sono: Gian Arturo Ferrari, presidente, Paolo Mieli, Antonio Porro, Oddone Pozzi ed Enrico Selva Coddè. Quest’ultimo, amministratore delegato area trade di Mondadori Libri Spa, avrà la responsabilità della gestione dell’area trade di Rizzoli Libri Spa. Mentre Antonio Porro, amministratore delegato area educational di Mondadori Libri Spa, avrà la responsabilità della gestione delle aree education e internazionale illustrati della società.

Alla nuova società vanno i prestigiosi bookstore di Milano, in Galleria Vittorio Emanuele II, di fianco al Duomo, e New York, al 1133 di Broadway, incrocio con la 26esima strada, nel cuore del quartiere NoMad.

“La mia nomina è prima di tutto un riconoscimento per Rcs libri, quindi per tutti coloro che ci hanno lavorato”, ha dichiarato Paolo Mieli, già presidente di Rcs Libri Spa, al ‘Fatto Quotidiano’. “Un gesto di garbo da parte di Mondadori: in questo modo anche i dipendenti di Rcs avranno un loro punto di riferimento nel cda”.

Il prezzo dell’operazione, come spiegato dai due gruppi editoriali coinvolti nell’operazione, ammonta a 127,1 milioni di euro, ed è stato regolato per cassa attraverso una linea di credito dedicata, recependo alcuni aggiustamenti previsti nel contratto. A tale valore, infatti, potrà aggiungersi un ulteriore aggiustamento di 5 mln (in più o in meno) legato a predeterminati obiettivi economici connessi ai risultati 2015 di Rcs Libri. Ed è, inoltre, previsto un earn-out a favore di Rcs fino a 2,5 milioni al verificarsi di alcune condizioni legate ai risultati aggregati 2017 del segmento libri del gruppo Mondadori.

Il presidente di Mondadori, Marina Berlusconi, dando il benvenuto ai colleghi della Rizzoli in una lettera ai dipendenti, ha salutato l’ingresso dei libri Rizzoli nel Gruppo Mondadori come un “passaggio storico per l’editoria italiana”. E ha sottolineato ancora una volta “le rinunce, tanto pesanti quanto ingiuste, che ci sono state imposte, a cominciare dall’alienazione di due case editrici come Bompiani e Marsilio”.