20 aprile 2016 | 18:15

“C’è un piano di Mediobanca per fermare la corsa di Cairo su Rcs”. Madron lancia la bomba su Lettera43: “una superholding che unisce Rcs, Sole 24 Ore e Class”

Per fermare l’Ops lanciata da Urbano Cairo su Rcs  o meglio - come scrive Paolo Madron su Lettera43 -  ”per ribaltare la situazione, respingere il barbaro alle porte e riportare ordine e disciplina nel sistema” ci sarebbe un progetto guidato da Mediobanca per dare vita a una “grande holding che metta insieme Rcs, Il Sole 24 Ore e, visto che ci siamo, anche il gruppo Class, l’editore di Milano Finanza”. 

“La risposta tutta milanese all’asse Roma-Torino che nel matrimonio tra la Repubblica e La Stampa ha da poco esibito la sua geometrica potenza”, prosegue il direttore di Lettera43. “Una grande casa editrice con sede nella capitale morale ed economica del Paese, che come primo passo metterà insieme logistica, sistemi informatici, pubblicità, tipografie, distribuzione, e avrà sotto di sé redazioni e giornali all’inizio con una intatta autonomia editoriale. Ne nascerebbe il più importante gruppo edititoriale italiano”.

Secondo Madron, però, questo “grande piano per fermare Cairo al Corriere” avrebbe due incognite: “la prima, banalmente, è che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, e il tempo per colmare lo iato è davvero poco. La seconda, che nel mettere insieme realtà così diverse ci si scontra con sensibilità e interessi non sempre collimanti, e si finisce fatalmente per minacciare rendite di posizioni consolidate se non nei numeri, nella gestione del potere”.

Alberto Nicola Nagel

Alberto Nicola Nagel, ceo di Mediobanca