21 aprile 2016 | 16:54

Monica Andolfatto vice segretario vicario ai vertici del Sindacato giornalisti del Veneto. Subentra a Massimo Zennaro nominato nel Cda dell’Inpgi

Dal 14 aprile scorso Monica Andolfatto, è stata chiamata come viseegretario vicario ai vertici del Sindacato giornalisti del Veneto, subentrando a Massimo Zennaro nominato nel Consiglio di amministrazione dell’Inpgi.

Cronista di nera da 15 anni, Andolfatto lavora nella redazione di Mestre del Gazzettino.  Impegnata nel Sindacato giornalisti del Veneto fin da quando era pubblicista, nel corso degli anni ha rivestito diversi incarichi, con particolare attenzione al mondo del lavoro autonomo. In sindacato dalla segreteria Cescutti, entra in giunta nel 1997 e nel 2001 costituisce lo Sportello Freelance, fra i primi attivi in Italia, gestendolo fino al 2013. Per due mandati è stata eletta nel Comitato amministratore della Gestione separata dell’Inpgi. Attualmente è componente del Comitato di Redazione del Gazzettino, Fiduciaria regionale dell’Inpgi e componente del Consiglio generale dell’Istituto di previdenza di giornalisti.

Nel discorso di insediamento, Andolfatto ha ringraziato i colleghi per la fiducia accordata, ribadendo che la sua sarà una gestione di transizione fino al prossimo Congresso regionale, in continuità con quelle precedenti. Nel solco cioè di un sindacato innanzitutto di servizio che sappia dare risposte concrete ai colleghi e interpretare le sfide pressanti di una professione in continua evoluzione, tra crisi dell’editoria e avvento delle crossmedialità, sullo sfondo di un mercato del lavoro mutato nel profondo anche dalle recenti riforme apportate per via legislativa.

“In questo quadro di radicali cambiamenti c’è bisogno tanto di coesione e di condivisione all’interno della categoria, quanto dell’apporto di ogni singolo giornalista che deve sentire il sindacato come una grande casa comune, a difesa dei diritti di tutti, e dove poter elaborare strategie e progetti che intercettino vecchie e nuove esigenze”.