22 aprile 2016 | 18:18

Dopo aver rinunciato al paywall il ‘The Sun’ scommette sui video per avere un sito più verticale e far crescere i contatti sulle pagine Facebook, Youtube e Snapchat (VIDEO)

Dopo aver rinunciato al paywall, il ‘The Sun’ scommette sui video, non solo quelli visibili in homepage, ma anche su Youtube, Facebook e – a breve – su Snapchat Discover, l’interfaccia di Snapchat tagliata sulle esigenze degli editori. Ecco un esempio dei video caricati su Youtube: un carrello per fare la spesa elaborato come una vettura tuning.

Oltre ai video prodotti dalla redazione, il ‘The Sun’ ha avviato anche una campagna per invitare i lettori ad inviare i propri video alla redazione e ampliare ulteriormente la mole di contenuti prodotti.

“In cinque anni vorrei che il ‘The Sun’ e il ‘The Times’”, i due quotidiani editi da News Uk, “siano conosciuti per i loro video tanto quanto sono già noti per i loro quotidiani di carta”, ha detto Derek Brown, head of strategy del ‘The Sun’ a Digiday.

Qui un video della costa della Cornovaglia realizzato da un drone per il ‘The Times’:

Il motivo per cui il ‘The Sun’ ha deciso di scommettere sui video e i videotutorial, oltre a far crescere il numero di contatti sulla “pagina Facebook” del sito e di quella dedicata ai video, è che così facendo può rendere il sito e i contenuti maggiormente “verticali”, ha aggiunto.

Rebekah Brooks (foto Olycom)

Rebekah Brooks, ceo di News Uk (foto Olycom)

Per esempio, questo videotutorial su come fare una torta a forma di ‘poop emoji’, l’emoticon che richiama nelle fattezze lo sterco, ha registrato 240mila visualizzazioni dal 19 aprile, quando è stato caricato su Facebook.