26 aprile 2016 | 17:18

Vergogna Egitto, la verità verrà fuori. Duro editoriale del Times su Giulio Regeni: solo la piena trasparenza può allontanare i sospetti di una copertura dello Stato

‘Vergogna Egitto’. E’ il titolo di un editoriale del Times di Londra sul caso del giovane ricercatore ucciso, Giulio Regeni, in cui il quotidiano londinese ripercorre l’intera vicenda chiedendo ‘giustizia’.

“Fin da quando il corpo dello studente italiano è stato trovato”, spiega il Times, la reazione del regime del presidente al Sisi “è stata di negazione e insabbiamento. Solo attraverso una piena trasparenza sarà allontanato il sospetto che ci sia stata una copertura da parte dello Stato”.

Giulio Regeni (Foto: Olycom)

La Reuters alcuni giorni fa aveva ipotizzato che Regeni sarebbe stato arrestato dalla polizia e poi trasferito in un compound dei servizi prima di essere ucciso. Aggiunge il Times che le “autorità egiziane dovrebbero collaborare con quelle italiane per arrivare alla verità, identificare gli autori dell’omicidio e assicurarli alla giustizia”.

Secondo il quotidiano britannico “le fonti ufficiali egiziane hanno invece avanzato una varietà implausibile di teorie” e “sono passati quasi tre mesi da quando il corpo mutilato di Regeni è stato ritrovato”. Secondo il Times “la verità verrà fuori. I tentativi di coprirla saranno una macchia per l’Egitto e il suo governo”.