26 aprile 2016 | 17:51

Il New York Times chiude l’ufficio revisione e pre-stampa di Parigi. Il direttore assistente della testata internazionale, Joe Kahn: solo così possiamo assicurare la nostra presenza internazionale su carta

Il New York Times ha annunciato che chiuderà il suo ufficio revisione e pre-stampa a Parigi, fondato nel 1887, alla nascita dell’edizione europea del New York Herald. La decisione, riporta il sito del quotidiano, è parte del progetto di riorganizzazione del giornale, con la semplificazione del processo di editing e stampa e prevede il taglio – che non riguarda lo staff editoriale – di 70 posti di lavoro, con la concentrazione di tutta la produzione pre-stampa a New York e Hong Kong.

Secondo quanto dichiarato da Joe Kahn, direttore assistente della testata internazionale, il costo della struttura stampa non era più sostenibile e il taglio sarebbe necessario per prolungare la vita del prodotto stampa internazionale. “Solo andando avanti con questa proposta possiamo assicurare la capacità di mantenere la nostra presenza su carta a livello internazionale”.

La decisione del taglio segue di qualche settimana l’annuncio del ‘New York Times’ di voler investire più di 50 milioni di dollari in un piano triennale che ha come principale obiettivo l’aumento dell’audience digitale e internazionale.