26 aprile 2016 | 18:49

Sorgente sale al 97,48% nel capitale del Foglio. Il ceo, Mainetti: nell’editoria c’è spazio per fare informazione di alta qualità. Anche grazie a Internet e al digitale

Mainetti sale al 97,48% nel capitale del quotidiano ‘Il Foglio’. Come spiega un comunicato, Musa Comunicazione, società editoriale del Gruppo Sorgente, che ha come ceo e azionista di riferimento Valter Mainetti, ha acquistato da Sator Private Equity Fund il 32,49% nella società Foglio Edizioni.

Valter Mainetti, ceo di Sorgente

Tale partecipazione va ad aggiungersi a quella già detenuta da Sorgente, in virtù dell’aumento di capitale sottoscritto a novembre 2015 (64,99%), che così sale al 97,48% (il residuo 2,52% appartiene a Denis Verdini).

Sator esce, dunque, completamente dalla proprietà del quotidiano ‘Il Foglio’, fondato da Giuliano Ferrara e oggi diretto da Claudio Cerasa, dopo aver rinunciato alla facoltà di raggiungere una quota paritetica a quella detenuta dal Gruppo Sorgente.

Tenuto conto del lungo percorso che il passaggio di proprietà ha comportato, prosegue la nota, Sorgente Group ha preferito acquisire direttamente la quota di minoranza da Sator in modo da dare prima possibile al giornale la stabilità necessaria per avviare un piano di rilancio.

“Confermiamo l’entusiasmo e l’impegno a sostenere un giornale di riconosciuto prestigio e autorevolezza, come ‘Il Foglio’”, ha dichiarato Valter Mainetti, “certi che in questa fase di profonda trasformazione dell’editoria esistano spazi di efficientamento sul piano gestionale, di promozione e di crescita del giornale, anche attraverso nuovi canali di diffusione internet e digitali, per un’informazione di alta qualità”.