28 aprile 2016 | 14:37

Porte aperte da Rai Way a chi è interessato alle torri, che sono utili per coprire l’ultimo miglio, e ai servizi. L’ad, Ciccotti: ascoltiamo tutti, anche i soggetti attivi nella banda larga fissa e nell’internet veloce per pc

Rai Way guarda a tutti i soggetti che possano essere interessati alle torri e ai servizi della società, inclusa l’Enel per la banda larga. Lo ha affermato l’ad, Stefano Ciccotti, conversando coi giornalisti a margine dell’assemblea degli azionisti.

Ciccotti ha detto che ad oggi Rai Way “ascolta tutto, osserva tutto ma non ha concretizzato nessuna specifica iniziativa che valga la pena di essere rappresentata pubblicamente”.

Stefano Ciccotti

Stefano Ciccotti, ad di RaiWay

“Dobbiamo fare in modo”, ha precisato l’ad, “che le nostre torri possano offrire servizi a qualunque tipo di operatore possa bussare alla nostra porta”. Il riferimento è “in particolare” ai soggetti attivi nella banda larga fissa, a chi si occupa di fixed wireless access, l’internet veloce non sui telefonini ma sui pc.

E riguardo una possibile collaborazione con Enel, che ha creato per la banda larga Enel Open Fiber, Ciccotti ribadisce che “guardiamo a tutti coloro che possono avere interesse a sfruttare le nostre reti”. “Le nostre torri – prosegue – sono molto utili per coprire l’ultimo miglio. Certo, sono reti di un broadcaster, quindi dipende da come il cliente le vuole integrare: noi pensiamo che le nostre torri possano essere integrate anche lì”.

Un’eventuale operazione o integrazione con la controllata di Mediaset per le torri di trasmissione, Ei Towers, “non è all’attenzione della società”, ha concluso. Mentre con Inwit “ci può essere solo qualche sinergia”.