02 maggio 2016 | 15:15

L’Antitrust prende di mira i notai. Aperta un’istruttoria su ipotesi di intesa restrittiva della concorrenza nei confronti del Consiglio notarile di Roma e di Asnodim

L’Antitrust ha aperto un’istruttoria nei confronti del Consiglio notarile dei Distretti riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia e dell’Associazione Notariato romano Dismissioni immobiliari (Asnodim) per accertare l’ipotesi di un’intesarestrittiva della concorrenza. Lo rende noto l’Autorità in un comunicato ripreso da AdnKronos.

Il procedimento riguarda un accordo che le due parti avrebbero realizzato, in violazione dell’articolo 2 della legge n. 287/90, per  ripartire fra loro i servizi notarili e fissare i relativi prezzi, nell’ambito dei processi di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico.

Per acquisire elementi utili all’accertamento dell’intesa, i funzionari dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato hanno eseguito ispezioni nei giorni scorsi presso le sedi del Consiglio
notarile e dell’Asnodim, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato