Mercato

02 maggio 2016 | 17:37

Da Julian Assange a Emma Bonino, passando per Beppe Sala e Stefano Parisi. Ecco i primi ospiti del prossimo Wired Next Fest a Milano

Si terrà ai Giardini Indro Montanelli a Milano la quarta edizione del Festival dell’Innovazione di Wired, dal 27 al 29 maggio, per poi approdare, il 17 e 18 settembre, a Firenze presso Palazzo Vecchio. Tempo a Milano e Bellezza a Firenze i temi portanti.
Tanti gli ospiti, tra cui, nei primi nomi della tappa milanese del Wired Next Fest, ci sono: Julian Assange, Emma Bonino, Lawrence Lessig, Guido Quaroni, Marco Savini, Maurizio Martina, Roberto Cingolani, Umberto Veronesi, Slava Rubin, Eric Jarosinski, Adam Leibsohn, Stefano Accorsi, Stefano Parisi, Giuseppe Sala, Alexandra Elbakyan, Milo Manara, Gabriele Salvatores, Renzo Rosso, Lapo Elkann, Stefano Sollima, i Subsonica, Fabri Fibra e Marracash. Ma sono solo alcuni dei 150 ospiti che saliranno sul palco di Wired Italia.

Subsonica, Fabri Fibra e Marracash saranno i protagonisti di due concerti evento unici creati appositamente per il festival.

“Dal punto di vista marketing e commerciale, il festival sarà supportato da partner provenienti da diversi settori”, ha detto Stefania Vismara, direttore divisione Wired, GQ, L’Uomo Vogue, AD, Condé Nast Traveller. “Il loro coinvolgimento avviene come sempre in una logica di partnership virtuosa, che li vede co-protagonisti dell’evento e perfettamente integrati nei contenuti dello stesso”.
Secondo Vismara, infatti, “il Wired Next Fest è una piattaforma ideale per i brand per divulgare i valori e per connettere il pubblico ai propri prodotti e/o servizi attraverso un’experience diretta e coerente, al punto da diventare essa stessa contenuto del festival. Il fatto poi di aver duplicato e diversificato gli appuntamenti permette ai partner di presentarsi attraverso modalità differenti e di costruire un’operazione di comunicazione che massimizza la loro visibilità su un periodo importante, da maggio a settembre 2016”.