05 maggio 2016 | 15:50

L’indotto economico complessivo di Expo 2015 nel periodo 2012-2020 è di 31,6 miliardi di euro. Sala: nessuno sperava in numeri così belli

L’indotto economico complessivo di Expo 2015 nel periodo 2012-2020 è pari a 31,6 mld di euro in termine di ‘volume d’affari’ corrispondente a circa l’1% della produzione nazionale. Sono i dati sull’impatto di Expo della ricerca promossa dalla camera di commercio di Milano e affidata a gruppo di ricerca della Sda Bocconi. Lo riporta Adnkronos.

Il valore aggiunto (Pil dell’evento) è di 13,9 miliardi di euro e l’impatto occupazione pari a oltre 242mila “unita’ lavorative equivalenti annue attivate”.

I numeri del Mef resi noti oggi su Expo sono “una soddisfazione” per Giuseppe Sala, candidato a sindaco di Milano per il centrosinistra che, a margine di una visita alla fondazione Welfare ambrosiano, a Milano, afferma ad AdnKronos: “Avrei moltissimo da dire dopo anche tutti i commenti anche malevoli che sono stati fatti sui numeri, ma in questo caso i numeri parlano da soli”.

“Rimane il fatto – aggiunge Sala – che non credo avremmo sperato un anno prima in numeri così belli e al di là di tutto, in un successo dell’Expo così”. Quindi, conclude, “spero solo che ora si chiudano tutta una serie di polemiche pretestuose. Da parte mia, non credo ci sia più molto da dire. Vediamo un po’ che cosa dirà qualcun altro”.

Il commissario unico di Expo Giuseppe Sala (foto: Expo2015notizie.it)

Il commissario unico di Expo Giuseppe Sala (foto: Expo2015notizie.it)