06 maggio 2016 | 11:47

Al via #ioleggoperché 2016, l’iniziativa dell’Aie per promuovere il libro e la lettura attraverso donazioni e la creazione di nuove biblioteche nelle scuole e nelle aziende (INFOGRAFICA)

Dalle scuole alle aziende, passando per le librerie e il web. Torna per il secondo anno di fila #ioleggoperché dal 22 al 30 ottobre 2016, l’iniziativa dell’Associazione italiana editori (Aie) per la promozione del libro e della lettura, attraverso donazioni. Aperte le selezioni per “messaggeri #prontiatutto”.

Dopo che la prima edizione nel 2015 ha visto la distribuzione di 240mila libri e il coinvolgimento di 35mila messaggeri, la seconda vedrà la collaborazione del Centro per il libro e la lettura del Mibact, l’Associazione librai italiani (Ali) - Confcommercio, l’Associazione italiana biblioteche) e il Gruppo tematico cultura di Confindustria.

L’obiettivo dichiarato di #ioleggoperché 2016, si legge in una nota, è quello di portare la lettura nel quotidiano delle persone, contribuendo alla creazione e allo sviluppo di centinaia di biblioteche scolastiche e aziendali.

Il progetto si svilupperà da maggio a novembre, mettendo in contatto librai, bibliotecari, docenti, imprenditori, editori, ragazzi, genitori, nonni e tutti quanti abbiano a cuore il piacere della lettura. La piattaforma online www.ioleggoperche.it farà da collettore per scuole, aziende e librerie, che stringeranno gemellaggi basati sulla vicinanza territoriale.

I messaggeri saranno chiamati a iscriversi sul sito e avranno un ruolo centrale nella fase operativa della campagna. Nove giorni di festa ed eventi speciali, poi, sono in programma da sabato 22 a domenica 30 ottobre 2016, con giornate di lettura e quando le circa 1.000 librerie ad ora coinvolte accoglieranno i cittadini che vorranno acquistare un libro per donarlo a una biblioteca scolastica.

Grazie alla partnership con il Gruppo tematico cultura di Confindustria quest’anno anche le aziende sono in prima fila. Gli imprenditori saranno invitati non solo a partecipare alla campagna a favore delle biblioteche scolastiche, ma ad arricchire il catalogo delle biblioteche interne della propria azienda creandone anche di nuove.

Gli editori, invece, raddoppieranno il numero dei libri al momento della consegna nelle scuole: per ogni volume acquistato e donato dai cittadini ne sarà aggiunto uno dalle case editrici.

Sul sito tutti i dettagli e le iniziative connesse a #ioleggoperche.it. Qui sotto qualche numero dell’edizione 2015: