10 maggio 2016 | 18:55

Il numero di maggio di ‘Prima’ è in edicola. Disponibile in edizione digitale per tablet e smartphone

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola. Disponibile da subito anche in edizione digitale per tablet e smartphone.

Tra i protagonisti del mese anche Urbano Cairo, Valter Mainetti, Pier Silvio Berlusconi, Andrea Santagata, Ernesto Mauri, Giovanni Bazzoli, Giuseppe Recchi, Vincent Bollorè, Marina Macelloni, Piero Fassino.

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone 

Guarda il sommario e alcuni estratti.

SERVIZIO DI COPERTINA -  Riuscirà a conquistare Rcs il patron della Cairo Communication? La partita è aperta con l’editore che ostenta ottimismo, puntando a costruire consenso e proponendosi sulla scena come la più credibile soluzione industriale

La domanda non sarà da un milione di dollari, ma la risposta ne vale molti di più: riuscirà Urbano Cairo a conquistare Rcs? Da quando il patron della Cairo Communication, editore di La7 e di 21 testate periodiche, ha lanciato, a sorpresa, una offerta pubblica di scambio volontaria (Ops) sulla totalità delle azioni ordinarie di Rcs MediaGroup, sono in molti, nel variopinto mondo finanziario e editoriale italico, a chiederselo con inquietudine o speranza. Quello messo a punto da Cairo può essere legittimamente definito un vero e proprio coup de théâtre che ha agitato un tranquillo week end di paura.

Era la sera di venerdì 8 aprile, le Borse erano chiuse, i giornali quasi pronti ad andare in stampa, mentre i redattori, esausti, stavano programmando una seratina in famiglia o con gli amici. Tutto all’aria e senza che nessuno ne avesse avuto il minimo sentore. “Siamo riusciti a tenere la notizia blindata fino all’uscita del comunicato”, commentano a Imi Banca, advisor finanziario di Cairo insieme a Equita Sim, mentre lo Studio Bonelli Erede, già schierato con l’editore nell’acquisto di La7 da Telecom, è consulente legale dell’operazione. Tre marchi di fabbrica di grande reputazione nel mondo della finanza milanese che fanno capire le intenzioni serie dell’editore e l’impegno vero di chi lo sostiene. È chiaro a tutti che l’offerta pubblica di scambio su Rcs MediaGroup non può essere rubricata come una operazione qualsiasi, ma, avendo preso di mira un sacrario del giornalismo nostrano spesso al centro di appetiti non sempre nobili, ha rapidamente assunto i toni da crociata iconoclasta o liberatoria, a seconda dei punti di vista.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 471 – Maggio 2016

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone