Protagonisti del mese

10 maggio 2016 | 9:18

Mondadori grida Banzai!

Con l’acquisizione dei vertical content di Banzai Media il gruppo di Segrate diventerà in un colpo solo il primo editore online italiano, aggiudicandosi una quindicina di siti tematici, tra cui i popolarissimi Pianetadonna, GialloZafferano e Studenti.it. Per Andrea Santagata la sfida di integrare queste realtà, in cui contano molto le piattaforme tecnologiche e i contenuti generati dagli utenti, in un gruppo che finora non ha spinto a fondo l’acceleratore della transizione al digitale

Dopo i libri di Rcs MediaGroup la Mondadori sta per acquisire anche i media digitali di Banzai. Se l’operazione con Rcs è strategica, come ha più volte sottolineato l’amministratore delegato di Mondadori, Ernesto Mauri, quella con Banzai è super strategica, visto che il futuro dell’editoria si gioca sempre più sul digitale, come insegnano gli esempi internazionali.

Andrea Santagata

Andrea Santagata

Con l’acquisizione dei vertical content di Banzai, Mondadori non solo compra alcuni dei siti più popolari in Italia, come Pianetadonna, GialloZafferano e Studenti.it, ma ottiene anche e soprattutto il know how nei new media, la competenza nelle piattaforme digitali e la capacità di dialogare con donne e giovani, pubblici che i media tradizionali faticano a raggiungere. Sono questi gli atout che il mercato ha sempre riconosciuto a Banzai Media, l’area editoriale del gruppo fondato da Paolo Ainio che ora potrà investire i circa 45
milioni di euro (la cifra non è ufficiale) ricevuti da Mondadori nel core business del gruppo, ovvero la piattaforma nazionale di e-commerce composta da ePrice e SaldiPrivati. È qui che Banzai ha realizzato l’89% dei ricavi nel 2015, 210 milioni su un totale di 234 milioni (il 28% in più rispetto al 2014), mentre i vertical content hanno portato nelle casse della società i restanti 24,2 milioni di euro (+15%) e con un ebitda di 3,9 milioni.

L’innesto dei vertical content di Banzai porterà a una rimodulazione della strategia sui periodici di Mondadori. Si creerà un’unica struttura dedicata al digitale, comprendente le 40 persone già impegnate in questa attività a Segrate e i 140 portati da Banzai Media: tutti saranno ospitati nella sede Banzai di via Gian Battista Vico, a Milano.

classici di giudizio, viene seriamente messa a rischio dalle concentrazioni editoriali.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 471 – Maggio 2016

Scegli l’abbonamento che preferisci