11 maggio 2016 | 15:39

Poligrafici Editoriale migliora i conti, sigla un accordo pubblicitario con Opq, e pronone Poligrafici Printing come driver dell’operazione di concentrazione dei centri stampa

Andrea Riffeser Monti, ad e vicepresidente della Poligrafici Editoriale, nel corso dell’odierna riunione del Consiglio di Amministrazione che ha approvato il resoconto di gestione del primo trimestre 2016, ha commentato i principali risultati del periodo che registrano il miglioramento del MOL da 1,4 a 1,8 milioni (+29,7%), la conferma dei ricavi editoriali a 20,7 milioni e il calo dell’indebitamento finanziario netto a 47,7 milioni contro i 51,7 milioni al 31 dicembre 2015.

L’amministratore delegato della Poligrafici Editoriale S.p.A., ha inoltre dichiarato: “Il Consiglio di Amministrazione della Poligrafici Editoriale ha preso coscienza che entro l’estate devono essere messe in atto politiche decisive per risolvere il tema della circolazione dei quotidiani. Mi auguro che gli organi federali possano agire rapidamente per sollecitare il Governo a prendere decisioni che favoriscano la liberalizzazione e la valorizzazione del prodotto editoriale. Anche alla luce dell’uscita del Gruppo Caltagirone la FIEG deve ricoprire un ruolo da protagonista per promuovere un cambiamento epocale non più procrastinabile. Lo stato di salute, il benessere e l’educazione civica di un paese si misurano anche guardando al valore che dà ai media e all’informazione libera.”

Andrea Riffeser Monti (foto Olycom)

“In questi giorni – ha proseguito Riffeser Monti– è stato siglato l’accordo tra la SpeeD e la concessionaria OPQ, Organizzazione Pubblicità Quotidiani Srl, nell’ottica di sviluppo delle sinergie, indispensabili per affrontare l’evoluzione del nostro settore. Più nel dettaglio, OPQ darà il proprio apporto a Speed nella raccolta pubblicitaria locale per i quotidiani ‘QN Il Giorno’, ‘QN il Resto del Carlino’ e ‘QN La Nazione’ nelle provincie di Lecco e Sondrio, mentre Speed metterà a disposizione di OPQ la propria struttura in Toscana, Umbria e nella provincia di La Spezia per incrementare gli investimenti di pubblicità commerciale, rubricata e di servizio, sulle testate gestite dalla concessionaria lombarda: ‘Eco di Bergamo’, ‘Giornale di Brescia’, ‘La Provincia di Como’, ‘La Provincia di Lecco’, ‘La Provincia di Sondrio’, ‘La Provincia di Varese’, ‘Cittadino di Monza e della Brianza’, ‘Il Cittadino di Lodi’ e ‘La Voce di Mantova’.”

“La controllata Poligrafici Printing – ha aggiunto l’Editore – ha in corso trattative con i maggiori editori italiani per individuare sinergie e mettere in atto risparmi di costi nel processo produttivo dei quotidiani. Il nostro Gruppo, tramite la Poligrafici Printing SpA quotata all’Alternative Investment Market Italia, si pone come driver in questa auspicabile operazione di concentrazione industriale.”