11 maggio 2016 | 16:30

Il ‘Wall Street Journal’ allunga sul ‘New York Times’ e celebra a tutta pagina il gap sempre maggiore tra le due edizioni cartacee

Il ‘Wall Street Journal’ scava il solco tra sè e il ‘New York Times’. Più del doppio delle copie cartacee diffuse rispetto al rivale e oltre il 20% in più nei week end. Lo rende noto il quotidiano di Rupert Murdoch con un’intera pagina che reca la scritta “widening the gap”, sotto due pile di giornali parallele e proporzionali al numero di copie diffuse, per sottolineare come il margine stia crescendo sempre più.

In particolare è stabile il ‘Wall Street Journal’, che a dicembre 2015 poteva contare su 1.337.482 copie giornaliere in settimana, come anche nei weekend, e a marzo 2016 su 1.337.483. Praticamente lo stesso numero.

In calo, invece, il rivale ‘New York Times’, che è sceso dalle 599.466 copie giornaliere in settimana a 590.055; mentre la domenica è passato da 1.117.751 a 1.104.219 di diffusione.

“Read ambitiously” (“leggere con ambizione” in italiano) è il motto che campeggia sotto la scritta ‘Wall Street Journal’ che chiude la pagina.