13 maggio 2016 | 16:28

Una lettera aperta di Alessandro e Giuseppe Laterza all’Antitrust sulla fusione Mondadori-Rcs Libri. Necessario vigilare perchè non venga ridotto il pluralismo alla base di una società libera

Una lettera aperta a Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato, sottoscritta da Alessandro e Giuseppe Laterza, in cui viene chiesto “di dare massima evidenza ai risultati dei controlli che l’Antitrust porrà in essere” dopo l’acquisizione di Rcs Libri da parte del gruppo Mondadori, gira tra gli stand del Salone del Libro di Torino per raccogliere adesioni di editori e intellettuali. Lo riporta l’agenzia Ansa che sottolinea come tra i primi a firmare ci siano Stefano Rodotà, Tullio De Mauro e Salvatore Settis. Nella lettera si chiede “un dettagliato e chiaro resoconto nell’ambito della relazione che verrà presentata al Parlamento, in modo tale che se ne possa discutere pubblicamente, in particolare nella prossima edizione del Salone del Libro di Torino”.

Nella foto, da sinistra Alessandro e Giuseppe Laterza

“A tutti coloro che hanno a cuore la sorte dei libri” è richiesta “consapevolezza e vigilanza perché non venga in alcun modo ridotto quel pluralismo insieme economico e culturale che è alla base di una società libera”. “Non abbiamo compreso ancora fino in fondo il nesso strettissimo tra libertà economica e di pensiero”, ha detto all’Ansa Giuseppe Laterza. ”Non sono cose disgiunte. Bisogna che tutti gli editori si mobilitino come tutte le forze intellettuali. Non è una questione di destra o sinistra, non ha a che fare con Silvio Berlusconi ma con la libertà di mercato”.