17 maggio 2016 | 10:47

L’Opa di Bonomi? Non vedo differenze pazzesche rispetto alla mia offerta, dice Cairo. Ragioneremo se rilanciare

“Non commento l’opa di Bonomi, l’ho vista sommariamente e la valuteremo con attenzione, ma non posso dire di vedere differenze pazzesche”. Urbano Cairo, a margine di un incontro al Salone del Libro di Torino nella serata del 16 maggio si è espresso sulla contro offerta fatta per Rcs da Investindustrial insieme a un gruppo di soci storici del gruppo editoriale.

“Alla fine l’offerta valuta l’azienda 360 milioni più un debito di 411 milioni”, ha detto. “Si arriva a 771 milioni, e l’incremento rispetto alla mia è del 10%”.

Urbano Cairo (foto Primaonline.it)

Alle domande dei giornalisti se stesse valutando l’ipotesi di rivedere la sua ops, l’editore ha risposto: “Rilanciare? La mia offerta è lì, è stata meditata a lungo, ragioneremo”. “Il mercato è sovrano: giudicherà le offerte. Non sta a me giudicare le offerte concorrenti, sarebbe una mancanza di stile. Sorpreso? Quando si presenta una offerta succede spesso che ci sia una contro Opa, poteva accadere, nulla di strano”.

Intanto questa mattina, secondo quanto riporta ‘il Messaggero’, nella sede milanese di Intesa Sanpaolo è prevista una riunione alla quale parteciperà Urbano Cairo e gli advisor, con l’obiettivo di individuare percorsi economici in grado di contrastare la controproposta su Rcs.