Le cordate e i processi di fusione rispettino pluralismo e autonomia dell’informazione e salvaguardino l’occupazione. L’invito della Fnsi alle autorità di garanzia

“I processi di fusione e le cordate per l’acquisizione del controllo di società editoriali devono avvenire all’insegna del rispetto del pluralismo dell’informazione, dell’autonomia delle testate e della salvaguardia dell’occupazione”. Ad affermano sono il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti che in una nota esprimono le loro preoccupazioni sui cambiamenti che stanno investendo il settore delle’editoria italiana.

Nella foto, da sinistra: Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, e e Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi (foto Assostamparegionali.wordpress.com)

“Il sindacato dei giornalisti non intende né sostenere né ostacolare alcuno dei processi in atto, ma chiede ai protagonisti di fusioni e cordate di dire una parola e dell’autonomia chiara sulla tutela del pluralismo dell’informazione”, sottolineano dalla Fnsi, ribadendo l’invito alle autorità di garanzia a vigilare sulle operazioni in corso, “affinché siano garantiti i valori imprescindibili del pluralismo dell’informazione e dell’autonomia dei corpi redazionali”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Editoria, Fnsi: governo colpisce piccole testate non grandi giornali. File: del Fondo beneficiano solo 5 giornali nazionali…

Rai, Tria: proroga a marzo 2019 per definire piano industriale ed editoriale. Conti in miglioramento

Riappare online (con un curioso sottotitolo) l’archivio storico de L’Unità. Mistero sull’autore dell’operazione