Urgente l’approvazione in tempi brevi della nuova legge sull’editoria, dicono i vertici Fnsi. Servono regole chiare

“Il forte e autorevole richiamo del presidente del Senato, Pietro Grasso, alle autorità di vigilanza affinché sia evitato che i processi di fusione e di concentrazione avviati e le scalate alle aziende editoriali mettano a rischio il pluralismo dell’informazione non deve cadere nel vuoto”. Lo affermano in una nota Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, presidente e segretario generale della Federazione nazionale della stampa.

Nella foto, da sinistra: Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, e e Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi (foto Assostamparegionali.wordpress.com)

“È indispensabile che tutti gli organismi di vigilanza si attivino per garantire il rispetto del pluralismo dell’informazione e l’autonomia delle redazioni e rendere chiari e trasparenti gli assetti proprietari delle società editoriali”, hanno sottolineato i vertici Fnsi, ribadendo come in una fase di profonde trasformazioni serva “un quadro di regole chiare ed è per questo che diviene più che mai urgente l’approvazione in tempi brevi della nuova legge sull’editoria, prevedendo eventuali emendamenti che raccolgano l’appello del presidente Grasso“.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Proietti batte Francia-Germania. Floris con Renzi e Monti sprinta su Amadeus e Matt Damon

Giornalisti: approvate le linee guida di riforma dell’Ordine

Cambiano i vertici di Ogilvy. Roberta La Selva ceo, Guerino Delfino diventa chairman con ruolo europeo