20 maggio 2016 | 11:41

Il sottosegretario Lotti: per l’Italia nel 2016 la banda larga ha lo stesso valore dell’Autostrada del Sole negli anni ’60

di Giorgio Greco – Per mantenere e rafforzare l’attuale trend di crescita della fiducia degli italiani, il Governo è  pronto a investire una parte delle risorse (18 miliardi) della flessibilità dei conti pubblici che l’Europa è pronta a riconoscere all’Italia. E, oltre a cominciare ad abbattere le tasse, gli interventi riguardano soprattutto le infrastrutture e in particolare la banda larga che può rappresentare il salto nel futuro così come lo fu l’autostrada del Sole negli anni ’60. L’ ha sottolineato il sottosegretario della presidenza del Consiglio, Luca Lotti, intervenendo al dibattito di apertura de l’incontro della Nielsen incentrato sull’Italia che cambia.

Rispondendo alla domanda dell’Ad  di Conad,  Francesco  Pugliese, su cosa sia pronto a fare il Governo per “far tornare i soldi nelle tasche degli italiani”, Lotti ha ricordato quando il Governo di fronte allo scetticismo generale (“si diceva che era tutto sbagliato, che tutto andava male”) annunciò il provvedimento degli 80 euro per le fasce più deboli. “Mantenemmo quell’impegno allora e oggi siamo pronti – ha detto – ai nuovi impegni”. Per fare ciò è però indispensabile portare avanti il processo di sburocratizzazzione e semplificazione, insieme alla questione strategica della  governabilità  e della durata dei governi.