Ai cinesi il controllo di MP & Silva, la società titolare dei diritti della Serie A all’estero

Continua lo shopping della Cina nelle competizioni sportive. Dopo l’accordo da 1,2 miliardi di dollari con cui l’anno scorso Dalian Wanda Group si è aggiudicata il controllo di Infront (advisor della Lega Calcio per la vendita dei diritti tv), e in attesa di sapere se davvero la maggioranza del Milan finirà in mano a Pechino, oggi una cordata cinese, composta dal gruppo di servizi finanziari Everbright e da Baofeng, attiva nel digital entertainment e nella realtà virtuale, ha rilevato la maggioranza di MP & Silva, il gruppo titolare dei diritti della Serie A all’estero.

Attraverso Shanghaai Jin Xin, la compagnia creata per l’acquisizione, le due società controlleranno il 65% del capitale. Non sono stati resi noti i termini economici dell’accordo, ma secondo stime riportate su siti internazionali, il valore della compagnia potrebbe aggirarsi attorno al miliardo di dollari.

La festa scudetto della Juventus, vincitrice del campionato di Serie A 2015-2016 (foto Olycom)

MP & Silva, che oltre alla Serie A gestisce nel suo portafoglio anche i diritti di altri sport, tra i quali tennis e baskett, nell’esercizio chiuso a giugno 2015 ha realizzati ricavi per 600 milioni di dollari. “Questa partnership permetterà a MP & Silva di accelerare la sua crescita”, si legge nella nota congiunta. “I nuovi partner porteranno competenze e esperienze che aiuteranno lo sviluppo a livello internazionale, soprattutto nel mercato cinese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Morto il vignettista Vincino. Vauro lo saluta così

Tar del Lazio respinge ricorsi contro contributo di solidarietà. Inpgi: conferma che strada intrapresa è corretta

Con 800 milioni di internauti la Cina è la più grande comunità online. L’ecommerce 2018 vale già 600 miliardi