24 maggio 2016 | 18:36

“Egregio presidente, la Rai ha un grave problema di informazione”. Freccero scrive al presidente della commissione di Vigilanza, Roberto Fico: sul referendum Governo e maggioranza hanno anticipato la propaganda per aggirare la par condicio

“Egregio Presidente, vorrei segnalare un grave problema relativo all’informazione Rai”. Inizia così la lettera che il consigliere d’amministrazione della Rai, Carlo Freccero, ha inviato al presidente della commissione di Vigilanza, Roberto Fico, il cui testo l’AdnKronos è in grado di anticipare.

Carlo Freccero (foto Olycom)

“Domenica -scrive Freccero- la programmazione Rai ha evidenziato che la campagna referendaria è già in atto. Alle 14.30 la Boschi è stata ospite dalla Annunziata, alle 20.45 Napolitano è intervenuto per il sì da Fazio. Solitamente, la Commissione di Vigilanza organizza tempi e modi della campagna a ridosso delle elezioni. Per aggirare la par condicio la maggioranza ed il governo hanno anticipato la propaganda.
Credo che il Consiglio d’Amministrazione debba porre urgentemente il problema all’attenzione della Commissione di Vigilanza, per evitare soprusi ed ingiustizie, ma, soprattutto l’aggiramento delle garanzie di legge. E’ consuetudine che gli spazi di partecipazione televisiva, all’interno del servizio pubblico, siano tripartiti tra governo, maggioranza e opposizione. In tema referendario, data la natura del quesito, occorre invece dare le due parti del sì e del no un 50% di tempo ciascuno”, sottolinea il consigliere.

“Continuo a fornire alla Rai in qualità di consigliere il mio appoggio e la mia collaborazione nella soluzione di problemi organizzativi legati allo scenario complesso in cui la Rai si trova oggi ad agire. Diverso è il mio atteggiamento riguardo al problema di una corretta  informazione, soprattutto in un momento fondamentale come questo”, conclude Freccero.