26 maggio 2016 | 18:30

Aspettiamo dalla Consob l’ok al prospetto per poterci lavorare, dice Cairo. L’Opa di Bonomi è diversa dalla mia proposta: io offro un piano di condivisione, gli altri dicono dammi le tue azioni

Il piano di Cairo Communication per Rcs e l’Opa guidata da Andrea Bonomi con i soci storici “sono due cose differenti, due cose completamente diverse”. Lo stesso Urbano Cairo lo sottolinea rispondendo a chi, a margine dell’assemblea di Confindustria, gli ha chiesto se sta valutando di alzare il valore della sua offerta.

La partita si gioca su un altro fronte ha risposto: “Io offro un piano di condivisione, dico partecipa e resta della partita”, mentre “gli altri dicono: dammi le tue azioni. Punto”. Gli “altri propongono di pagare un prezzo per azione, dicono vendi le azioni, e poi vanno avanti loro. Dicono dammi le azioni e faccio io, e vuol dire che la tua partita con Rcs è finita”. Diversamente, sottolinea, “nel mio progetto c’è una condivisione. Io dico: partecipa, rimani con me nella partita Rcs, ti voglio tenere dentro. Partecipa al mio progetto industriale, non chiedo di uscire. Dico continua a partecipare al progetto Rcs in un modo diverso, apportando le azioni e non vendendole”.

Urbano Cairo (foto Olycom)

La sua offerta va valutata anche, sottolinea Cairo, considerando “lo scambio con il titolo Cairo, che oltretutto ha un valore inespresso”.

“Stiamo aspettando di avere l’approvazione di Consob: a quel punto ci sarà un prospetto su cui potremo lavorare, presentare, eccetera. E da lì partirà tutto. Ci sono dei tempi tecnici”, ha detto ancora.

“Sono in partita, vincere non so, ma mi sento di combatterla”. Così Urbano Cairo, dopo l’ assemblea di Confindustria sulla battaglia per Rcs, sottolineando che la sua offerta e’ diversa dall’ altra.