27 maggio 2016 | 12:55

Chiusa la pagina Facebook Luana Velliscig Casting utilizzata per reclutare una persona nana “che trasmetta tenerezza”. La responsabile, licenziata, non ne sapeva nulla

Non è più raggiungibile la pagina Facebook ‘Luana Velliscig Casting’. Il profilo social attraverso cui l’ormai ex responsabile casting di Film Commission Piemonte ha dato l’annuncio per la ricerca del cast di Romanzo famigliare, la serie diretta da Francesca Archibugi e prodotta da Wildside per la Rai, è stata chiusa o resa inaccessibile.

La Velliscig era finita nel centro delle polemiche perché, oltre a ragazzi tra i 15 e i 18 anni di origine araba, slava e di robusta costituzione, cercava, tra gli altri, anche una persona “nana o con altra disabilità che trasmetta tenerezza”, sempre in età compresa tra i 15 e i 18 anni.

In rete è scoppiato il caso, culminato con il video postato su Youtube da Gianluca Nicoletti, giornalista, scrittore e conduttore radio e tv, insieme al figlio di 18 anni, che mostra un cartello con scritto: “casting disabili? #tenerezzastocazzo”.

“Mi vergogno tantissimo”, ha dichiarato in un’intervista alla Stampa la Velliscig, cui è stato dato il ben servito, “hanno tutti ragione, né io né la produzione sapevamo niente di questo annuncio. Lo ripeto: mi vergogno e questa è l’unica cosa che posso dire”. Anche Wildside ha chiesto “scusa a tutte le persone che si sono sentite offese dall’annuncio”, “il linguaggio gravemente inopportuno e offensivo utilizzato non è stato in alcun modo approvato da noi”. Persino la Rai non era a conoscenza dell’annuncio.