30 maggio 2016 | 10:28

Sisal passa nelle mani di Cvc Capital Partners. Ceduta per un miliardo di euro da Apax, Permira e Clessidra. Ecco chi sono i 10 protagonisti del gaming in Italia

Cvc Capital Partners annuncia “che i  fondi gestiti da Cvc hanno concordato l’acquisizione del 100% del capitale dell’operatore per giochi e servizi di pagamento Sisal Group, dai fondi gestiti da Apax Partners, Permira e Clessidra. L’operazione,il cui perfezionamento è atteso entro fine settembre, ha un valore di  impresa pari a 1 miliardo di euro”.

Fondata nel 1946, Sisal è stata la prima società italiana attiva nel settore del gaming come concessionario dello Stato. Attraverso la sua rete capillare, costituita da 45.000 punti  vendita, la società offre al pubblico oltre 500 servizi di pagamento.

Sisal dà lavoro a circa 2000 persone. Cvc ha un’esperienza consolidata nel settore del gaming grazie ai suoi investimenti strategici in Sky Bet (UK), Tipico (Germania) così come al precedente investimento in William Hill.

Tra gli advisor di CVC figurano: Morgan Stanley lato M&A, Bain e ATK  per la due diligence commerciale, PwC per la due diligence finanziaria, Latham and Watkins per gli aspetti legali, e per gli
aspetti fiscali Facchini Rossi e Soci; i venditori sono stati supportati da Deutsche Bank, Ubs, Legance, Maisto e Associati e PwC.  Morgan Stanley, Credit Suisse e Unicredit hanno fornito finanziamento a debito in supporto alla transazione.


Giampiero Mazza

Giampiero Mazza, partner e responsabile per Cvc in Italia, ha dichiarato: ”siamo molto contenti di avere l’opportunità di investire in Sisal. E’ una realtà ben diversificata, con un marchio storico in Italia e forti posizioni di mercato nel gaming, nelle lotterie, nelle scommesse e nei servizi di pagamento. Grazie all’appoggio dei precedenti azionisti e sotto la guida di Emilio Petrone e del suo management team, Sisal è stata capace di crescere e rimodellare il proprio perimetro di business attraverso un periodo di difficili condizioni macroeconomiche e di incertezza normativa. Oggi Sisal è posizionata idealmente per perseguire la sua crescita in diverse aree. Supporteremo Emilio e il suo team per consolidare la leadership nel settore dei pagamenti, per continuare lo sviluppo nelle sue piattaforme online, e per innovare ulteriormente la sua offerta nel retail di vicinato”.

Emilio Petrone, amministratore delegato di Sisal, ha aggiunto: ”vorrei congratularmi con l’intero team di Milano di Cvc per aver concluso un’importante acquisizione. Sisal, che quest’anno celebra il suo settantesimo anniversario, è una grande società italiana che sta vivendo un periodo di fortissima crescita e ottimi risultati. Sono sicuro che, con Cvc, costruiremo un team formidabile che darà a Sisal la possibilità di massimizzare il suo potenziale, diventando ancora più forte e competitiva. Personalmente, sono entusiasta di guidare questa nuova ed eccitante fase della storia della società. Voglio ringraziare Apax, Permira e Clessidra per il prezioso e costante supporto che hanno fornito a me e all’azienda negli ultimi anni”.

Emilio Petrone, ad di Sisal

Emilio Petrone, ad di Sisal

Come scrive Repubblica, si conferma così anche il momento di fermento sul fronte del gioco. Solo pochi giorni fa, infatti, era stata annunciata la fusione tra Gamenet e Intralot, che puntano a raccogliere insieme 1 miliardo dai giocatori italiani. Secondo i dati elaborati da Agimeg, la Sisal è al secondo posto in Italia tra i maggiori operatori, mentre il nuovo gruppo che si è da poco formato si è portato al quarto:

1) LOTTOMATICA (IGT)
2) SISAL
3) SNAI/COGETECH
4) INTRALOT/GAMENET
5) BPLUS
6) HBG
7) GMATICA/NOVOMATIC
8) CODERE
9) POKERSTARS
10) EUROBET