06 giugno 2016 | 12:31

Hacker violano gli account social di Mark Zuckerberg e poi su Twitter lo prendono in giro: avevi la password dadada

Nessuno si salva dagli hacker. E anche Zuckerberg, si è visto violati i suoi profili su Twitter e Pinterest. L’errore commesso dal papà di Facebook sarebbe tra i più grossolani: aver utilizzando la stessa password, per di più semplice, per più profili social. Artefici della violazione, secondo quanto spiegano diversi siti stranieri, un team di hacker che si firma OurMine, e che avrebbe recuperato la chiave tra i dati dei profili LinkedIn violati nel 2012, messi in vendita qualche giorno fa su internet.

Mentre sul profilo Twitter di Zuckerberg, inutilizzato dal proprietario da quasi 4 anni gli hacker avrebbero cinguettato “Hey @finkd, eri nel database di LinkedIn con la password ‘dadada”, sull’account Pinterest avrebbero lasciato la loro firma, cambiando il nome in ‘Hacked by OurMine Team’.

Mark Zuckerberg (Foto: Olycom)

Secondo i cyberpirati sarebbe stato violato anche il profilo Instagram, ma da Facebook negano qualsiasi violazione sui loro sistemi. L’episodio, è simile a quanto accaduto qualche giorno fa al profilo di Katy Perry, la popstar che ha più follower in assoluto su Twitter, più di Obama e del Papa.