06 giugno 2016 | 16:38

Instagram si affida all’algoritmo per ordinare i post. Entro un mese tutti gli utenti vedranno i contenuti disposti non cronologicamente ma in base all’importanza

Instagram decide di dire addio alla visualizzazione dei post in ordine cronologico e, seguendo le orme non solo della stessa Facebook ma anche di Twitter, lascerà che sia un algoritmo a decidere l’importanza dei post visualizzati dai suoi 400 milioni di utenti.

“In media gli utenti perdono il 70% dei post dei loro contatti”, ha detto il social ribadendo quanto già spiegato a marzo annunciando la prima volta il cambiamento, ed è per questo che è stato testato un diverso modo di ordinare i contenuti condivisi. Tra gli elementi usati per valutarne l’importanza ci sono la tempestività con cui avviene una condivisione e le interazioni con la persona che pubblica il post. “Nei mesi passati, abbiamo riscontrato che quest’ordine aiuta le persone a vedere un maggior numero di video e foto di loro interesse”. Di qui la decisione di implementarla per una parte della comunità globale, e gradualmente per tutti.

Kevin Systrom, ceo di Instagram (foto Olycom)

In realtà la decisione non è stata particolarmente gradita da tutti gli utenti con alcuni blog coinvolti nei test che, già nei mesi scorsi, hanno cominciato a criticare la novità,  scatenando una protesta virale che aveva inizialmente indotto Instagram a rassicurare i suoi iscritti affermando che il cambiamento non era ancora effettivo.