Risultati positivi per Toxicity, la docu-serie di Fanpage sulle droghe più diffuse al mondo, realizzata in collaborazione con GroupM Entertainment

“Il documentario nella forma della web serie è un esperimento che ha esordito in modo positivo, attraendo l’attenzione e generando interazioni degli utenti su un tema estremamente delicato e sfaccettato”. Ha commentato così Francesco Piccinini, direttore responsabile di Fanpage.it, i risultati di  Toxicity, il format realizzato in coproduzione da Ciao Media Group e GroupM Entertainment, condotto da Pablo Trincia alla scoperta del mondo delle droghe più diffuse al giorno d’oggi.

La seconda puntata, nella quale i reporter del sito si sono recati a Nairobi per documentare gli effetti della colla sui bambini degli slum, ha raggiunto oltre 4 milioni di visualizzazioni sulle diverse piattaforme in pochi giorni dal rilascio, con buoni livelli di coinvolgimento, quantificabili in 47 mila tra condivisioni e reactions.

Toxicity, spiega la nota stampa, vede le telecamere guidare lo spettatore attraverso l’inferno di un mondo dove ragazzi e bambini condannati alla miseria inalano colla più volte al giorno per allontanare lo stress provocato dalla fame e dalla vita di strada, arrivando a compromettere le proprie funzioni neuronali che li rendono incapaci di controllare il proprio corpo.

Nel viaggio dalle principali piazze di spaccio si arriva all’interno dei covi degli spacciatori e delle bande criminali, regalando un barlume di speranza ritraendo quelle poche associazioni come ‘Amani Onlus’ che si occupano del recupero dei bambini di strada.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Su Tivùsat i tre canali generalisti di Mediaset

Radio Monte Carlo investe sull’online rinnovando grafica e contenuti

Nove apre una finestra quotidiana su PyeongChang 2018