07 giugno 2016 | 11:28

Il nuovo sito dell’Eni si presenta con una performance artistico musicale al Piccolo Teatro Studio di Milano

Claudio Cazzola – Una performance artistico musicale al Piccolo Teatro Studio di Milano, intitolata ‘Energia da Url’, per la regia di Maria Elisabetta Marelli, con suoni e musiche di Matteo Milani e Walter Marocchi, visual di Mattia Galione e Massimiliano Meregalli, e la voce narrante di Federico Buffa, noto giornalista sportivo di Sky. È il modo insolito, decisamente anticonvenzionale, scelto da Eni per presentare il 6 giugno il nuovo sito istituzionale del gruppo.

Mentre sullo schermo scorrevano linee e numeri, seguendo il ritmo della musica, Buffa ha raccontato – più attraverso suggestioni ed evocazioni che riferimenti concreti – la nascita del nuovo sito, dall’idea iniziale alla lunga fase preparatoria, con cinque tavoli di lavoro che hanno coinvolto una cinquantina di professionisti; dalla trasferta al Mit di Boston (con cui Eni collabora da tempo) ai cambiamenti avvenuti lungo il percorso, primo fra tutti la nomina del nuovo direttore comunicazione, Marco Bardazzi. Senza tralasciare difficoltà del mercato – il crollo del pezzo del petrolio da 120 a 40 dollari al barile – che ha rischiato di far accantonare il progetto. Ma alla fine tutto si è risolto in modo positivo e il nuovo sito ha visto la luce.

La performance di Federico Buffa al Piccolo Teatro Studio di Milano

Tra le caratteristiche innovative di Eni.com, da segnalare il motore di ricerca semantico, AskNow, che interpreta le domande degli utenti e propone tutte le pagine che rispondono alla domanda, raggruppate come a delineare un racconto. L’obiettivo dichiarato è quello di risolvere la complessità attraverso un linguaggio semplice e intuitivo. Un intento visibile anche nella struttura del nuovo sito, che ricorda un wiki, la forma base di Wikipedia. L’Enipedia è composta da più di mille pagine, tra il sito italiano e la versione inglese, organizzate in 20 categorie, con materiale d’archivio e nuovi contenuti che documentano la storia più recente dell’azienda. Il tutto  con un linguaggio immediato e molte immagini, infografiche e video che arricchiscono i testi. Attraverso lo storytelling, Eni.com riesce insomma a dare rilevanza ai contenuti informativi, rendendoli facilmente raggiungibili e fruibili in modo semplice e gratificante.