08 giugno 2016 | 13:30

E’ finito il boom degli smartphone. Nel 2016 il mercato si dimezza rispetto all’anno precedente e cresce solo del 7%

Quest’anno per la prima volta la crescita delle vendite degli smartphone non sarà a doppia cifra. A rivelarlo le stime di Gartner, secondo le cui previsioni il mercato si attesterà intorno al 7%, la metà rispetto al +14,4% messo a segno nel 2015. Si tratta pur sempre di un miliardo e mezzo di smartphone venduti nel mondo, ma i dati, spiega Roberta Cozza, research director, evidenziano che il mercato non raggiungerà mai più i livelli di crescita degli ultimi 7 anni, con un +73% da record registrato nel 2010.

Il motivo è da ricercare nella saturazione dei mercati più sviluppati. In Nord America, Europa occidentale, Giappone e Paesi più avanzati dell’Asia-Pacifico la penetrazione degli smartphone ha raggiunto il 90%, con gli utenti che tendono a non sostituire gli apparecchi con la stessa frequenza di un tempo.

I mercati cui  guardano i produttori, e in cui emergono vendor che propongono sempre più dispositivi avanzati ma dal prezzo contenuto, sono invece India e Cina, due paesi che non a caso nelle scorse settimane sono stati visitati anche dal ceo di Apple, Tim Cook.