Con i media di Banzai Mondadori diventa leader nel digitale, dice Marina Berlusconi. Dopo l’acquisizione di Rcs Libri torniamo a crescere e a consolidare i nostri business storici

“A neppure due mesi da quella dei libri Rizzoli, l’acquisizione di Banzai Media rappresenta un altro passaggio di notevole importanza nei programmi di sviluppo della Mondadori”, diventando “leader digitali indiscussi tra gli editori italiani, con volumi di traffico prossimi a quelli dei cosiddetti over the top, da Google a Facebook”. Ad affermarlo è la presidente di Mondadori, Marina Berlusconi.

Marina Berlusconi (foto Olycom)

“Superata una fase complessa legata alla crisi economica generale e ai grandi mutamenti che sta vivendo l’editoria a livello mondiale, la Mondadori torna a crescere e a consolidare il primato nei suoi business storici”, ha aggiunto. “Abbaimo compiuto un investimento di grande valore strategico rilevando il secondo gruppo editoriale librario italiano”, ha detto ricordando la recente acquisizione di Rcs Libri. “Realizziamo ora un altro investimento molto significativo nell’innovazione, che intende assicurare un impulso determinante per lo sviluppo digitale dei nostri periodici”.

Secondo il presidente di Mondadori “dovremo impegnarci a fondo per far sì che questa acquisizione, così come quella dei libri Rizzoli, possa dispiegare interamente e nel modo migliore i suoi effetti positivi, ma credo saranno di notevole stimolo la soddisfazione e l’orgoglio di sapere che la Mondadori non è più costretta a giocare in difesa e che i grandissimi sforzi fatti in questi anni da tutta l’azienda ci consentono di programmare un futuro di crescita e di sviluppo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Di Maio: su precariato ed equo compenso pronto al confronto con Ordine dei giornalisti

Conto alla rovescia per il debutto in Rete di First Tutorial curato da Federico Rendina

De Santis: rafforzerò Rai1 su informazione e cultura. Per promuoverle serve anche sacrificare punti di share e pubblicità