09 giugno 2016 | 18:00

Il Cda di Enel prende atto dell’esclusiva per il negoziato Open Fiber-Metroweb. Per la due diligence c’è tempo fino al 3 luglio

Il Cda di Enel, presieduto da Patrizia Grieco, ha preso atto nel corso della riunione odierna dell’avvio di trattative in esclusiva tra la società e F2i e Cdp Equity/Fsi Investimenti, soci di Metroweb, volte a un’eventuale integrazione tra la controllata Enel Open Fiber (Eof) e la stessa Metroweb. Tali trattative si inseriscono nell’ambito delle iniziative di sviluppo del business di Eof. Lo rende noto l’Enel in un comunicato.

Francesco Starace, amministratore delegato di Enel (Foto: Olycom)

Nel corso del periodo di esclusiva, che scade il 3 luglio 2016, si legge nella nota, “è prevista l’effettuazione di un’attività di due diligence usuale per questo tipo di operazioni e le parti negozieranno la struttura dell’eventuale integrazione assumendo una valorizzazione dell’enterprise value di Metroweb pari a 814 milioni di euro”.

L’operazione rimane subordinata all’approvazione del Cda di Enel, previo motivato parere non vincolante del Comitato Parti Correlate. Si segnala difatti a tale ultimo riguardo che, in base alla disciplina Consob di riferimento e all’apposita procedura attuativa adottata in ambito aziendale, l’integrazione in questione si qualifica sotto il
profilo dimensionale quale operazione di ”minore rilevanza” con parti correlate.