11 giugno 2016 | 9:21

Il numero di giugno di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale per tablet e smartphone

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale per tablet e smartphone. 

Tra i protagonisti del mese anche Antonio Campo Dall’Orto, Carlo Verdelli, Pier Paolo Cervi, Riccardo Luna, Vincenzo Morgante, Maurizio Molinari, Giuliano Molossi, Michele Brambilla, Valeria Palermi, Paolo Ainio, Andrea Scotti Calderini.

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone 

Guarda il sommario e alcuni estratti.

SERVIZIO DI COPERTINA - Frustrati dal rapporto con la dirigenza Rai che li tiene a distanza, i politici, con il Pd in testa, stanno scatenando l’inferno. Obiettivo
da abbattere, prima del direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, Carlo Verdelli, direttore editoriale dell’informazione, ormai odiato dalla commissione di Vigilanza per i suoi modi poco accondiscendenti e un filo sarcastici. E, in attesa di capire come sarà la nuova convenzione di servizio pubblico da sottoscrivere con il governo, ecco i temi del piano industriale Rai presentato al Cda

Milano, martedì 28 giugno, ore 19: l’appuntamento per la presentazione dei palinsesti d’autunno è segnato con grande evidenza su tutte le agende elettroniche o cartacee del vertice Rai. Si tratterà sì di una cerimonia di rito ambrosiano ma, c’è da scommetterci, tutt’altro che convenzionale. Sarà un incontro decisivo (con tanto di replica capitolina il 5 luglio alle 19,30), a cui i grandi capi di Viale Mazzini si stanno preparando da settimane con comprensibile nervosismo. Silenti per mesi come monaci del Monte Athos, è ora il momento di scoprire le carte. E quale tavolo migliore se non quello della raccolta pubblicitaria? In questa sortita sul mercato, per Antonio Campo Dall’Orto, direttore generale di Viale Mazzini e da un bel po’ di tempo sotto il tiro incrociato di diverse fazioni politiche, è il momento del ‘o la va, o la spacca’. A far la parte del regista sarà il consulente editoriale del direttore generale Massimo Coppola, che potrà contare su un bodyguard come Giovanni Parapini, capo della comunicazione, e su Massimo Maritan della Direzione creativa. L’obiettivo è quello di presentare una Rai come nessuno se l’aspetta. (…)

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone 

– — – — – — – –

Attenzione
Nell’edizione cartacea il servizio ‘Piccolo miracolo a Parma’ contiene delle imprecisioni corrette in quella digitale. Il servizio definitivo è scaricabile qui: ’Piccolo miracolo a Parma’ (pdf)