13 giugno 2016 | 16:17

Italiaonline cambia look e con la fusione in Seat Pg punta sui servizi digitali per le Pmi. Il ceo Converti: col nuovo data center presto anche partner informatici delle aziende

Roberto Borghi – E’ un tripudio di colori che richiama segni e grafiche pulite tipiche dei player digitali internazionali, il nuovo logo creato dal brand architect newyorkese Amir Fayo per Italiaonline, presentato stamattina a Milano a Palazzo Mezzanotte. Il logo è la punta dell’iceberg dell’enorme cambiamento che l’internet company che fa capo a Naguib Sawiris ha fatto in questi ultimi anni. Un cambiamento sfociato nella fusione per incorporazione con Seat Pagine Gialle. Operazione che segna una svolta nel business del gruppo che, come ha detto il ceo Antonio Converti” è la più grande internet company nazionale dato che, se la fusione fosse avvenuta l’anno scorso, avrebbe registrato un fatturato aggregato (servizi alle imprese, classifieds, email, editoria digitale e advertising, Ndr) di 450 milioni di euro e un Ebitda del 10%”.

Antonio Converti, ceo Italiaonline

Antonio Converti, ceo Italiaonline

La nuova Italiaonline – controllata al 58,82% da Libero Srl di Naguib Sawiris, al 13,38% da Avenue Capital e al 16% da Golden Tree - esordirà in Borsa la prossima settimana dopo che la Consob avrà autorizzato il cambio di nome delle azioni Seat PG e l’emissione di un titolo Italiaonline per 1.000 della directory.

La fusione con Seat Pg porta in dote a Italiaonline  un forte radicamento sul territorio. “Gli agenti Seat sono un’istituzione, un valore prezioso su cui puntiamo perchè la gente li conosce e loro conoscono la gente”, spiega Converti, “e per noi contano i nomi più che i numeri. La loro capillarità sul territorio ci permette di lavorare su quello che è il nostro obiettivo: puntare alle 3.7 milioni di piccole e medie aziende di questo Paese su cui abbiamo una penetrazione del 6,3%”. Il nuovo mantra dei mille dipendenti del gruppo e dei mille agenti Seat (distribuiti si 70 agenzie) diventa quindi: digitalizzare il locale e localizzare il digitale.

Il nuovo assetto di Italiaonline prevede anche una nuova offerta commerciale che parte con l’unificazione e la sincronozzazione dei 22 siti italiani del gruppo, passa dalla costruzione di siti web e piattaforme e-commerce e comprende anche una importante attività di vendita pubblicitaria: “abbiamo la più vasta display e video advertising inventory d’Italia”, dice il ceo che annuncia l’apertura a Siziano entro fine anno del più grande data center nazionale. “Ci permetterà di gestire non solo l’adv digitale ma anche di proporci alla Pmi come consulenti informatici capaci di offrire tutte le risposte informatiche alle aziende, come ad esempio le Erp (Enterprise Resource Planning, Ndr) on demand”.

Le tappe verso la fusione tra Italianonline e Seat Pg

Per quanto riguarda la nuova immagine del gruppo seguita dalla responsabile corporate image and communication, Giorgia Camandona, è stato un lavoro molto impegnativo che avrà effetti su tutta la comunicazione del gruppo compresa ovviamente advertising ed eventi cone un tour sulle spiagge con Rds dal 9 luglio al 15 agosto.

Il management della nuova Italiaonline

Il complesso lavoro di rebranding della neocostituita azienda, che ha accompagnato la fase finale del suo lungo iter di M&A, si è svolto con l’ausilio di Interbrand. The “Italian digital dot” – scrive la nota del gruppo – costituisce il risultato di un lavoro di ricerca e analisi volto a individuare il DNA italiano nel linguaggio grafico e tipografico di illustri designer nazionali (Vignelli, Grigniani, Munari…), nonché nella realtà paesaggistica, nella produzione artistica, industriale e culturale del nostro Paese, per giungere a isolarne la cellula primaria, il nucleo, reso graficamente con un punto. Un punto che identifica, crea senso, connette. Un punto speciale, che ha al suo interno il DNA italiano fatto di creatività, passione e tradizione. Il punto digitale italiano, base del nuovo linguaggio del nostro futuro.

A corollario del brand è stato creato anche un set di emoji, 8 icone che rappresentano graficamente i valori e i sentimenti che hanno ispirato il nuovo brand, ovvero tutto quello che un punto può esprimere: tradizione, esperienza, creatività, dinamismo, connessione, identità, globale/locale, passione. E’ la prima volta che che un nuovo brand è accompagnato da un set di emoticon.

I nuovi loghi del gruppo