15 giugno 2016 | 12:42

Fondi cinesi con Cairo per l’Ops su Rcs? Dalla Cina non si sono mai comprati giornali, dice Alberto Forchielli di Mandarin Fund. Ma non si può mai dire

“I cinesi non hanno mai comprato giornali, a parte una piccola eccezione a Hong Kong dove Jack Ma ha acquisito il controllo del South China Morning Post, vale a dire il più importante giornale locale in lingua inglese”. A dirlo, ai microfoni di Class-Cnbc, è Alberto Forchielli, alla guida di Mandarin Capital Partners, fondo che investe in aziende italiane e cinesi (che tra i fondatori conta anche Intesa Sanpaolo), che secondo quanto scritto oggi dal Messaggero potrebbe essere l’artefice della ‘liaison’ che vedrebbe coinvolti i cinesi di Wanda Group e Cairo Communication per il rilancio dell’Ops dell’editore italiano su Rcs.

Alberto Forchielli

Interpellato sulla possibilità di un intervento di fondi d’investimento cinesi per migliorare le condizioni dell’offerta Forchetti ha detto: “Penso che sia difficile che si spingano a investire in giornali direttamente, sarebbe insolito. Sarebbe la prima volta”, per poi aggiungere “anche se non si può mai dire: ultimamente abbiamo visto i cinesi fare molte cose per la prima volta”.

Secondo la ricostruzione del quotidiano la presenza di Wanda Group, che ricordiamo, tra le sue controllate annovera anche Infront, la società advisor della Lega Calcio nella gestione dei diritti tv della Serie A sarebbe di particolare interesse per Cairo per sviluppare sinergie sportive contando sulla Gazzetta dello sport.