15 giugno 2016 | 16:50

Tornano gli Mtv Awards 2016 con Francesco Mandelli, Max Pezzali e i Negramaro. Del Prete (Viacom): un esempio della capacità di attrazione e ingaggio del brand Mtv sul pubblico giovane

di Matteo Rigamonti – Con Francesco Mandelli, Max Pezzali e i Negramaro è tutto pronto per gli Mtv Awards 2016, live dal Palco delle Cascine a Firenze, domenica 19 giugno, con la diretta a partire dalle 20 su Mtv (canale 133 di Sky) ed Mtv Music (canale 67 del digitale terrestre).

Da sinistra: Luca de Gennaro, Francesco Mandelli, Sergio Del Prete, Andrea Vannucci (Foto: Primaonline.it)

Alla presentazione oggi a Milano sono intervenuti: Sergio Del Prete, vice president, editorial brand di Viacom Italia, Andrea Vannucci, assessore alle politiche giovanili del comune di Firenze, Luca de Gennaro, vice president, talent and music di Viacom Italia e Francesco Mandelli, volto storico di Mtv, che sarà il conduttore della serata. Al termine, Paolo Romano, direttore generale di Viacom pubblicità & brand solutions, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala.

“Gli Mtv Awards dello scorso anno sono stati un grande successo sia di pubblico arrivato a Firenze che per numero di voti e interazioni social”, ha esordito Del Prete. “Siamo sicuri che anche l’edizione di quest’anno sarà un successo, ad oggi infatti sono già 5 milioni i voti arrivati sul sito e oltre 5 milioni anche le menzioni su Twitter legate al voto della categoria Mtv AwardsStar. Una conferma della forte capacità di attrazione e ingaggio del brand Mtv verso il proprio pubblico”.

ll main show è un “format consolidato”, ribadisce de Gennaro, “che l’anno scorso è stato in grado di muovere 10 milioni di voti”. Quest’anno comincerà alle 21, ma prima, alle 20, ci sarà l’Mtv Award social party condotto da Stefano Corti e Alessandro Onnis di Ridiculousness Italia, con Riccardo Dose, Marcello Sacchetta, Martina Dell’Ombra, Michele Bravi, Giulia Salemi (sempre da Ridiculousness Italia) e Madh.

“Gli elementi fondanti degli Mtv Awards 2016″, prosegue il vice president, talent and music di Viacom Italia, “sono sempre due: la capacità di generare un’esperienza immersiva, sul territorio, per incontrare la nostra audience, e la dimensione digital e social”.

Tante le stelle sul palco: dai “veterani del pop italiano, Max Pezzali ed Elisa“, ha ricordato de Gennaro, “che ancora oggi sono apprezzati da un pubblico giovane”, alle “giovani signore della canzone italiana, Emma, Annalisa, Francesca Michielin e Alessandra Amoroso”, fino ai “giovani” di oggi, come Benji e Fede, Emis Killa (“che dopo aver presentato l’edizione 2015 torna a fare l’artista”), Alessio Bernabei, Lorenzo Fragola e i The Kolors che Mtv conosce già dal 2011, “prima che ottenessere successo grazie ai talent”.

Molti i personaggi della televisione: la reporter d’eccezione Sofia Viscardi, una youtuber 18 enne che ha bucato la rete e sarà l’inviata dal backstage, Michele Bravi, vincitore di X Factor 2013, e i protagonisti di Mtv Super Shore, Elettra Lamborghini, Abrham Garcia e Arantxa Bustos. E ancora Giulia Salemi, direttamente da Pechino Express, Aurora Ramazzotti, Niccolò Torielli, la miss Italia Alice Sabatini, Carolina Di Domenico, Paolo Ruffini, Barbara Foria e i Dj di Rds, Petra Loreggian e Paolo Riva. Per l’aftershow party, invece, sono stati chiamati Il Pagante e Merk & Kremont.

Discorso a parte per i Negramaro, che riceveranno l’Mtv Video Award, il nuovo premio, spiega De Gennaro, istituito “per quegli artisti che hanno scommesso per un’intera carriera sulla qualità dei loro video musicali”, sposando, dunque, la scelta del canale per cui i video rivestono ancora oggi un’importanza fondamentale. L’altra novità di quest’anno sarà la premiazione della best performance della serata con il televoto: il vincitore sarà proclamato in diretta da Francesco Mandelli.

Le categorie in gara, per cui si può votare fino a venerdì 17 giugno sul sito degli Mtv Awards, sono: Tim best italian band, best italian male, best italian female, best international band, best international male, best international female, best look, best tormentone, webstar, best artist from the world, best fan, Air Action Vigorsol best fresh video, best new artist, Nickelodeon Slimefest award, best movie e best Mtv New Generation. Mentre per la categoria #MtvAwardsStar c’è tempo fino a tutto l’Mtv social party, ma solo su Twitter.

Partner commerciali degli Mtv Awards 2015 sono Air Action Vigorsol e Tim in qualità di main partner, Sammontana e Invicta in qualità di friend partner, Hawkers e Bic come supporter e Ceres partner esclusivo dell’Aftershow. L’Associazione italiana per la ricerca sul cancro è il partner sociale. Media partner sono: Rds, Tv Sorrisi e Canzoni, Twitter, The MoodPost, ScuolaZoo e Teamworld.

Paolo Romano, direttore generale di Viacom pubblicità & brand solutions

Ciò che continuano ad apprezzare gli investitori, ha spiegato Paolo Romano, è il fatto che “associare il loro brand a quello di Mtv accresce la forza comunicativa in relazione al target (15-34 anni) e il ritorno economico è immediato”. E ha aggiunto: “In questo senso, possiamo dire che i Grp su Mtv non solo si contano, ma si pesano”.

Gli Mtv Awards, ha proseguito, contribuiscono al fatturato della divisione brand solution, che pesa per oltre il 20% del totale del gruppo. Il prossimo evento in programma, ha ricordato, sono “gli Mtv Digital Days“, una competizione di musica elettronica a settembre alla Reggia di Venaria dove “colpisce vedere migliaia e migliaia di ragazzi divertirsi in modo responsabile, senza calpestare mai nemmeno un’aiuola”.

“Mtv mi ha cambiato la vita”, ha ricordato l’ex ‘nongiovane’, Francesco Mandelli, “ho avuto fede in questo marchio, fin dai tempi di Tokusho ed Mtv Select, ed è entrato nella mia vita”. E ha aggiunto: “sono contento di tornare sul palco, è il mio mestiere e la mia gioia, ringrazio Mtv Italia che mi ha dato l’opportunità di farlo”. E ha concluso: “praticamente posso dire di essere da vent’anni in Mtv”.

“Siamo felici di ospitare anche quest’anno gli Mtv Awards”, ha concluso l’assessore Vannucci, “un evento fiorentino, ma dal respiro internazionale, votato al divertimento responsabile. E siamo certi che potrà generare turismo e avere una ricaduta sul lavoro e i consumi“.

Parlando di Viacom, Romano, ha smentito ipotesi di acquisizione di nuovi canali (“per il momento stiamo bene così”) e ha, invece, confermato la crescita degli ascolti sui canali per bambini (+13% sul 2015 +17% nella fascia fino a 9 anni, quella in cui “i giocattolai registrano comportamenti di acquisto omogenei”), esprimendo l’auspicio di riuscire a intercettare gli investimenti che dal 1° maggio non finiranno più sulla tv pubblica, dopo che la Rai ha deciso di annullare la raccolta sui canali per bambini.